Cerca su creativecommons.org Pubblica su creativecommons.org Le licenze Creative Commons offrono sei diverse articolazioni dei diritti d'autore per artisti, giornalisti, docenti, istituzioni e, in genere, creatori che desiderino condividere in maniera ampia le proprie opere secondo il modello "alcuni diritti riservati". Il detentore dei diritti puo' non autorizzare a priori usi prevalentemente commerciali dell'opera (opzione Non commerciale, acronimo inglese: NC) o la creazione di opere derivate (Non opere derivate, acronimo: ND); e se sono possibili opere derivate, puo' imporre l'obbligo di rilasciarle con la stessa licenza dell'opera originaria (Condividi allo stesso modo, acronimo: SA, da "Share-Alike"). Le combinazioni di queste scelte generano le sei licenze CC, disponibili anche in versione italiana. Creative Commons è un'organizzazione non-profit. Le licenze Creative Commons, come tutti i nostri strumenti, sono utilizzabili liberamente e gratuitamente, senza alcuna necessita' di contattare CC per permessi o registrazioni. Per saperne di più, puoi leggere una introduzione a CC, guardare l'animazione "Diventa Creativo", frequentare le nostre liste e navigare nel nostro sito.

Nuovo EP di "Hungry Lucy" pubblicato con licenza CC

Il duo "indie" Hungry Lucy ha pubblicato un nuovo EP di sei pezzi, Before We Stand.... We Crawl, con licenza by-nc-nd 2.5 (alias: CC Share Music).

Quando il romanzo si fa totale

Intervista di Antonella Beccaria. Kai Zen si definisce ensemble narrativo e dietro questa espressione si raduna una delle realtà letterarie più vivaci che fanno del web e degli strumenti per il publishing collaborativo una strada per la composizione collettiva. Il tutto rilasciato sotto Creative Commons. Quattro i fondatori del progetto. Un progetto che però poi si duplica ogni volta che parte un nuovo filone.
Come nasce Kai Zen e per volontà di chi? Da dove deriva il nome? E come si evolve la strutturazione del progetto?
L'ensemble narrativo nasce nel 2003. Inizialmente si è formato in seno a un progetto di scrittura collettiva lanciato in rete dalla casa editrice Bacchilega e da Wu Ming, e diventato poi un libro dal titolo Ti chiamerò Russell.

TTV: generare interferenze all'infinito

Intervista di Andrea Glorioso. Torinesi di nascita, i fratelli Tobia e Tommaso Valle sono in arte conosciuti come TTV e hanno iniziato a esibirsi in live set che sono il sunto delle rispettive formazioni musicali, intessute di generi come soul, funk, jazz, soundtracks d’annata, samba, bossanova e house. Dopo una serie di performance, hanno avviato una serie di collaborazioni (tra cui Media Records di Brescia, Piemontegroove) e sono diventati prima resident dj dell’albergo Le Méridien Turin Art+Tech di Torino e poi dj ufficiali per il Berlinale Talent Campus Party del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, oltre a essere all'inizio del 2006, durante le Olimpiadi invernali, i dj ufficiali dei due hotel che durante i giochi ospitano i membri del International Olympic Committee.

La ballata ai petrolieri

Intervista di Antonella Beccaria. Malastrada.film si è lanciata in una sfida che non è per nulla un gioco da ragazzi: un film sul prossimo disastro ambientale che rischia la Val di Noto, in Sicilia, a causa delle trivellazioni per estrarre idrocarburi. Un fatto poco conosciuto, come dicono i responsabili del progetto, per il quale è in lavorazione un film-inchiesta, 13 Variazioni su di un tema barocco. Ballata ai petrolieri del Val Di Noto. Che ha due particolarità: è rilasciato con una licenza Creative Commons NonCommerciale-No opere derivate 2.5 e i costi di produzione vengono sostenuti dai cittadini e dagli spettatori. Da sottolineare in proposito che la campagna di sottoscrizione sta volgendo al termine (si chiuderà il 7 luglio) e che quindi c'è ancora poco tempo a disposizione di chi volesse aderire.

Tecnologie avanzate: una sfida culturale e libera

Intervista di Andrea Glorioso. Max Carné è nato a Torino; ha 36 anni, è laureato in storia e critica del cinema e ha svolto varie professioni nell'ambito della comunicazione. Ambientalista e cinefilo, si interessa di sperimentazione narrativa. Da 8 anni si occupa di videoproduzione, collabora con il Centro Produzione Rai di Torino e da 5 anni ha fondato Bluimago, un laboratorio di creazioni video. Gianluca Tararbra, invece, è nato a Torino ma vive a Pinerolo, ha 36 anni ed è un ingegnere. Esperto di nuove tecnologie, da anni opera all'interno di organizzazioni del terzo settore promuovendo l'accesso ai nuovi media e la diffusione del software libero.

Elephants Dream

Il 18 Maggio scorso, il progetto "Orange Open Movie" ha pubblicato il video "Elephants Dream", il primo open movie, realizzato completamente con software libero. Il video, di cui sono disponibili anche tutti i materiali di produzione, è protetto da licenza Creative Commons Attribution.

Pubblicato "Bambini di Satana" sotto licenza BY-CC-SA

È uscito per Stampa Alternativa il libro "Bambini di Satana", l'ultima fatica di Antonella Beccaria.
Il libro, rilasciato sotto licenza Creative Commons Attribuzione-NonCommerciale-Condividi allo stesso modo, è il racconto dell'inchiesta giudiziaria che partì nel 1996 dall'arresto di Marco Dimitri, presidente dell’associazione Bambini di Satana, e dei suoi presunti complici con le accuse (tra le altre) di stupro, pedofilia e associazione a delinquere.

CC-Festival!

SM4X e ART2 stanno organizzando un CC-Festival, dedicato alla musica libera e a qualsiasi altra forma artistica diffusa con le licenze Creative Commons.

Burnstation da playandshare.net

Negli spazi della manifestazione torinese "GiovaniInMusica 2006" il progetto playandshare.net presenterà un prototipo di Burnstation CreativeCommons-friendly.

Simone Aliprandi pubblica "Teoria e pratica del copyleft"

Il nuovo libro di Simone Aliprandi, intitolato "Teoria e pratica del copyleft - Guida all'uso delle licenze opencontent", è stato pubblicato in questi giorni ed è disponibile in versione digitale.

Syndicate content