Cerca su creativecommons.org Pubblica su creativecommons.org Le licenze Creative Commons offrono sei diverse articolazioni dei diritti d'autore per artisti, giornalisti, docenti, istituzioni e, in genere, creatori che desiderino condividere in maniera ampia le proprie opere secondo il modello "alcuni diritti riservati". Il detentore dei diritti puo' non autorizzare a priori usi prevalentemente commerciali dell'opera (opzione Non commerciale, acronimo inglese: NC) o la creazione di opere derivate (Non opere derivate, acronimo: ND); e se sono possibili opere derivate, puo' imporre l'obbligo di rilasciarle con la stessa licenza dell'opera originaria (Condividi allo stesso modo, acronimo: SA, da "Share-Alike"). Le combinazioni di queste scelte generano le sei licenze CC, disponibili anche in versione italiana. Creative Commons è un'organizzazione non-profit. Le licenze Creative Commons, come tutti i nostri strumenti, sono utilizzabili liberamente e gratuitamente, senza alcuna necessita' di contattare CC per permessi o registrazioni. Per saperne di più, puoi leggere una introduzione a CC, guardare l'animazione "Diventa Creativo", frequentare le nostre liste e navigare nel nostro sito.

Public Domain Call for Arts: autori in pubblico dominio nel 2013

Time's Wing... - di dalesmithimaging su Flickr - CC BY-SA 2.0

Amelia Andersdotter, europarlamentare del Partito Pirata, ha promosso una Public Domain Call for Arts, volta alla segnalazione di artisti le cui opere entreranno nel pubblico dominio nel 2013.

La call rappresenta una fase di valutazione preliminare circa l'opportunità di organizzare una giornata presso il Parlamento Europeo, dedicata per l'appunto alle celebrazioni dell'ingresso nel pubblico dominio di opere artistiche i cui autori siano morti nel 1942 (in Spagna, nel 1932).

Chi fosse a conoscenza di autori in procinto di entrare nel pubblico dominio, può contribuire lasciando un commento sulla pagina del sito di Amelia Andersdotter, indicando nome dell'autore e titolo di alcune delle sue opere.

Considerate le peculiarità che le norme di diritto d'autore presentano nelle diverse giurisdizioni europee, sarà inoltre molto apprezzato il prezioso contributo di quanti (avvocati, giuristi ed esperti di diritto in genere) forniranno gratuitamente competenze utili a confermare che i lavori selezionati siano effettivamente eleggibili al pubblico dominio.

Per tutte le informazioni: Public Domain Call for Arts

10 anni di Creative Commons - Torino 16 dicembre 2012

Cc10

Il 16 dicembre 2012 si terrà presso il locale Blah Blah di Torino, Via Po 21, una piccola festa per celebrare i dieci anni di Creative Commons.

In aggiunta all'esposizione delle foto vincitrici del concorso Wiki Loves Monument 2012 e al Dj set che diffonderà musica pubblicata con licenze CC, la serata ospiterà l'esibizione di artisti che hanno scelto diffondere le proprie opere con una licenza Creative Commons.

A breve seguirà un annuncio con maggiori dettagli sulla serata.

Ringraziamo fin da ora tutti quanti vorranno partecipare!

Il Gruppo di lavoro di Creative Commons Italia

La vostra performance per festeggiare i 10 anni di Creative Commons!

Cc10

Il 16 dicembre 2012 si terrà presso il locale Blah Blah di Torino, Via Po 21, una piccola festa per celebrare i dieci anni di Creative Commons.

In aggiunta all'esposizione delle foto vincitrici del concorso Wiki Loves Monument 2012 e al Dj set che diffonderà musica pubblicata con licenze CC, la serata sarebbe l'occasione perfetta per ospitare l'esibizione di artisti - musicisti, videomaker, performer, ... - che abbiano scelto diffondere le proprie opere con una licenza Creative Commons.

Chiunque sia interessato è dunque caldamente invitato a candidarsi a partecipare, scrivendoci all'indirizzo info-ccit [at] creativecommons [dot] it (entro il 25 novembre 2012, per ragioni organizzative) ed inviando le seguenti indicazioni:

  • nome dell'artista/gruppo (con numero di componenti);
  • due righe di presentazione (breve bio, descrizione dell'esibizione);
  • link a materiale rappresentativo (es. video e brani musicali);
  • persona di riferimento e relativi contatti (mail e telefono);
  • luogo di provenienza (per ragioni organizzative);
  • strumentazione necessaria.

Naturalmente, saremo felici di coinvolgere quante più persone possibili, ma il gruppo di lavoro di Creative Commons Italia potrebbe dover fare delle scelte, considerando anche le capacità logistiche del locale e le risorse a disposizione. Infatti, compatibilmente con il limitatissimo budget di un evento auto-organizzato da un gruppo di volontari come questo, cercheremo volentieri di sostenere eventuali spese di viaggio e pernottamento degli artisti, per cui vi invitiamo a candidarvi anche qualora non foste di Torino o dintorni.

Grazie in anticipo a tutti quanti vorranno partecipare!

Il Gruppo di lavoro di Creative Commons Italia

Tears of Steel, nuovo cortometraggio di Blender Foundation distribuito con licenza CC

Segnaliamo Tears of Steel, nuovo cortometraggio di Blender Foundation realizzato con finanziamento diretto da parte degli spettatori e con l'impiego di software libero.

Il cortometraggio è distribuito con licenza Creative Commons Attribution 3.0 Unported ed è pertanto liberamente distribuibile, copiabile e riutilizzabile (vedere la pagina Copyright and sharing info per maggiori dettagli).

(Fonte: Il disinformatico)

Ryuichi Sakamoto su Internet e creatività

Ryuichi Sakamoto - by Joi Ito on Flickr - CC BY 2.0

Segnaliamo l'articolo-intervista a Ryuichi Sakamoto, "Grazie a internet l'artista torna al centro", di Alessio Jacona, pubblicato su Nòva24.

Nel corso dell'articolo, il compositore giapponese esprime il proprio punto di vista sull'interazione tra creatività e nuove tecnologie; in particolare, egli sottolinea come Internet abbia contribuito enormemente a restiruire all'autore la centralità nelle scelte divulgative rispetto alla propria opera, e come strumenti concepiti (soprattutto) per il mondo digitale, come le licenze Creative Commons, possano agevolare tali scelte.

Esperienze d’autore nell’era digitale: Bologna - 19 ottobre 2012

Esperienze d’autore nell’era digitale

Il 19 ottobre 2012, a partire dalle ore 19:30, si svolgerà presso la Biblioteca Roberto Ruffilli, Vicolo Bolognetti 2 - Bologna, l'incontro Esperienze d’autore nell’era digitale.

La serata sarà dedicata ad approfondire il tema delle licenze di diritto d'autore e della loro adattabilità ai nuovi fenomeni ed alle nuove esigenze espresse dal moderno contesto digitale; rappresentando, in particolare, un'occasione di dibattito e presentazione delle licenze GPL e Creative Commons.

Interverranno all'incontro: Renzo Davoli, docente di informatica all’Universita’ di Bologna; Kai Zen, ensamble narrativo; Andrea Zanni, responsabile dei progetti di Wikimedia Italia; e La Compagnia Fantasma, musica e recitazione in licenza aperta.

Informazioni sull'incontro

Share Your Knowledge: disponibili i video divulgativi Why e How

Sono online due video divulgativi in lingua inglese realizzati dal progetto Share Your Knowledge, il percorso di formazione per istituzioni culturali sviluppato da lettera27 ed attivo a partire dall'aprile del 2011.

I video spiegano perché le istituzioni culturali dovrebbero condividere il loro sapere attraverso Creative Commons e Wikipedia ed illustrano in che modo esse possano farlo.

I video, prodotti da WikiAfrica e Share Your Knowledge e realizzati dal DensityDesign Research LabDesign Department INDACO del Politecnico di Milano, sono pubblicati con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso Modo 3.0 Unported e sono disponibili anche sul sito Wikimedia Commons:

Licenze 4.0: pubblicato il primo draft della licenza BY-NC-SA


Creative Commons ha pubblicato oggi la prima bozza della licenza BY-NC-SA versione 4.0.

Il testo della licenza è messo a disposizione degli affiliati di Creative Commons nonché della comunità di utenti e stakeholder CC per la fase di raccolta di commenti e feedback che si concluderà in maggio.

La redazione del testo, sviluppata a partire dagli obiettivi fissati nel corso del CC Global Summit 2011 di Varsavia, si propone di massimizzare l'interoperabilità, ridurre la proliferazione delle licenze e promuovere la standardizzazione, garantendo, nel contempo e quanto più possibile, longevità e semplicità di impiego. In particolare, le licenze 4.0 si presenteranno nella sola versione internazionale (Unported), recependo le diverse esigenze venute alla luce nel corso delle procedure di adattamento ai vari ordinamenti nazionali e definendo alcuni specifici aspetti relativi, tra gli altri, ai diritti sulle banche dati, ad altri diritti connessi e ai diritti morali.

Sono disponibili online:

La bozza della licenza CC BY-NC-SA (v4.0d1);

L'annuncio ufficiale in inglese;

La pagina wiki di CC dedicata alla bozza.

Creative Commons Rock Night Vol.1 e Vol.2

Creative Commons Rock Night Vol.1 Creative Commons Rock Night Vol.2

Il 10 e il 17 marzo 2012 si svolgeranno terranno al DaDA di Saviano (Napoli) due serate dedicate alla musica distribuita con licenze Creative Commons.

Creative Commons Rock Night Vol.1 e Vol.2 si articolerà in due serate di musica live, rese possibili dalla collaborazione tra l'etichetta in Copyleft Subcava Sonora e l’agenzia di management musicale Sud Express-ERA, con artisti che hanno prodotto e distribuito le proprie opere con licenze CC.

Si esibiranno:

  • Nouer
  • Dagon Lorai
  • Walton Zed
  • Borderline

LE LICENZE CREATIVE COMMONS: inventa, scegli, condividi - Torino, 13/3/2012, Centro InformaGiovani

Creative Commons

Martedì 13 marzo 2012 - ore 18:00, presso il Centro InformaGiovani di Torino (Via delle Orfane 20), si svolgerà l'aperitivo informativo "LE LICENZE CREATIVE COMMONS: inventa, scegli, condividi".

Nel corso dell'incontro interverranno:
Federico Morando, gruppo di lavoro Creative Commons Italia;
Maurizio Codogno di Wikimedia Italia;
Eniac, dj di musica elettronica rilasciata in Creative Commons

Per ulteriori informazioni: vedere qui.

Syndicate content