Wired Italia adotta le licenze CC

Come già anticipato dal Direttore Riccardo Luna all'interno della sua lettera aperta a Il Sole 24 Ore (clicca qui per la relativa news), Wired.it ha deciso di adottare la licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported per rilasciare i propri contenuti.

Wired.it, versione italiana della rivista statunitense Wired edita da Condé Nast Publications, si è recentemente rinnovata nella veste online, optando per la completa condivisione e riproduzione dei propri contenuti, con l’unica condizione di citare la fonte e di non utilizzare il materiale pubblicato a scopo di lucro.
Il sito, inoltre, aggrega e mette a disposizione dei suoi lettori notizie provenienti da altri cinque nuovi siti (Daily Wired, Gadgetland, Italian Valley, Wired TV e Wired Mag), dotati anch'essi di licenza Creative Commons.

Per maggiori dettagli circa l'adozione della licenza CC e le nuove funzionalità di Wired.it, vi invitiamo a visionare il video tutorial presente sul sito (clicca qui).

Tipo di contenuti: